News

Cessione Credito e Sconto Fattura

Cessione Credito e Sconto Fattura: tutti i bonus che concedono le opzioni

Come sappiamo, la cessione del credito e lo sconto in fattura sono le due opzioni alternative con le quali è possibile usufruire del Superbonus 110%, oltre ovviamente alla tradizionale detrazione in sede di Dichiarazione dei Redditi.

Prima del Decreto Rilancio infatti non era possibile beneficiare di alcun incentivo con l’applicazione di tali metodi. Ad oggi però le cose sono cambiate.

Infatti, anche gli incapienti IRPEF possono fare richiesta per ottenere il Superbonus 110% scegliendo le opzioni dello sconto in fattura o della cessione del credito. Tali alternative alla detrazione però non sono disponibili unicamente per l’incentivo con aliquota al 110%, ma la loro applicabilità è stata estesa anche a diverse agevolazioni fiscali che nel nostro ordinamento già esistevano.

Vediamo quali sono tutti gli incentivi per i quali è possibile utilizzare la cessione del credito e lo sconto in fattura.

Cessione del credito e sconto in fattura: il Superbonus 110%

Ovviamente, le opzioni alternative della cessione del credito e dello sconto in fattura sono disponibili per la richiesta del Superbonus 110%.

Dunque, è possibile scegliere di utilizzare il maxi-credito in tre modi (detrazione, cessione o sconto immediato), per effettuare interventi edilizi finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio con l’Ecobonus 110%. Oppure, c’è anche la possibilità di intervenire sul consolidamento strutturale dell’immobile con il Sismabonus 110%.

Per beneficiare dell’incentivo in ambito energetico, è necessario che gli interventi comportino un salto prestazionale di almeno due classi (o che raggiungano la classe più elevata). Per quanto riguarda invece il consolidamento strutturale, non ci sono più degli obiettivi precisi riguardo alle classi di rischio, ma è necessario attestare comunque che in seguito ai lavori l’edificio abbia ottenuto un miglioramento in tal senso.

Ricordiamo poi che non è possibile eseguire interventi trainati senza procedere prima con gli interventi principali (trainanti), a meno che non si tratti di un edificio situato in aree poste a vincoli paesaggistici.

fonte:edilizia.com
autore: redazione
data:22.07.2021

2016 © Protek® - Tutti i diritti riservati - webdesign ovosodo