News

Vuoi installare Bigfoot® e portarlo in detrazione? Puoi!

L‘Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito la Guida aggiornata Bonus Mobili ed elettrodomestici, considerando le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2020.

E’ disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate la Guida, aggiornata a febbraio 2020, Bonus Mobili ed Elettrodomestici.

Come sappiamo è stato confermato dalla Legge di Bilancio per l’anno in corso il bonus che prevede una detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), su un ammontare complessivo di 10.000 euro (su ciascuna abitazione su cui si facciano interventi), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Gli interventi che danno diritto alla detrazione sono quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti, interi fabbricati e su parti comuni di edifici residenziali.

L’acquisto potrà essere effettuato nel 2020 e la detrazione, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo, potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2019.

Per gli acquisti realizzati nel 2019, invece, è possibile beneficiare della detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato in data non precedente al 1° gennaio 2018.

La data di inizio lavori di ristrutturazione deve essere precedente a quella dell’acquisto dei mobili/elettrodomestici. La detrazione è possibile anche se i beni sono stati acquistati con un finanziamento a rate o all’estero.

L’Agenzia ricorda che dal 1 gennaio 2018 è obbligatorio informare l’Enea degli acquisti di alcuni elettrodomestici per i quali si vuole usufruire del bonus, pena la perdita  della detrazione.

La realizzazione di lavori di ristrutturazione sulle parti comuni condominiali permette ai singoli condòmini di detrarre le spese sostenute per l’acquisto di arredi delle parti comuni, come guardiole oppure l’appartamento del portiere. In questo caso non è possibile chiedere il bonus per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per la propria abitazione.

L’acquisto di mobili o di grandi elettrodomestici è agevolabile anche se i beni sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio.

Nell’importo totale delle spese si possono considerare anche quelle di trasporto, purché anche queste siano state effettuate con le modalità di pagamento previste, quali bonifico o carte di credito.

L’Agenzia ricorda che non sono agevolabili gli acquisti di complementi di arredo, quali per esempio porte, tende, pavimentazioni.
Per quanto riguarda gli elettrodomestici la detrazione è riconosciuta a tutte le tipologie dotate di etichetta energetica di classe A+ (A per i forni), tranne nel caso in cui per un certo prodotto non sia ancora obbligatoria l’etichetta energetica.

Conditio sine qua non per aver diritto alla detrazione è pagare tramite bonifico o carta di credito o debito.

E’ inoltre necessario conservare dei documenti:

  • l’attestazione del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente)
  • le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Bonus mobili per l’installazione di condizionatori

L’Agenzia delle Entrate, ha risposto tramite la pubblicazione online FiscoOggi, con utili indicazioni a un contribuente che ha chiesto a che tipo di detrazione dà diritto – come risparmio energetico o come ristrutturazione edilizia, l’installazione di un condizionatore a pompa di calore e se l’intervento può beneficiare del bonus mobili. L’Agenzia ha prima di tutto ricordato che, trattandosi di un intervento di manutenzione straordinaria, la detrazione prevista è quella per gli interventi di ristrutturazione edilizia, pari al 50% della spesa sostenuta da ripartire in 10 quote annuali.

Ciò non toglie che, sussistendo le condizioni, sia possibile beneficiare anche della detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Fonte:infobuild.it
autore:redazione
data:20.02.2020

 


2016 © Protek® - Tutti i diritti riservati - webdesign ovosodo